Gestione della sicurezza nel project management

La gestione della sicurezza nei progetti non è una problematica indirizzata direttamente nel PMBOK®.

Essa deve essere affrontata all’interno di altre aree di conoscenza descritte nello standard:
sicurezza nel project management

  • La gestione della qualità di progetto. Per quanto riguarda il recepimento degli standard di sicurezza e la loro applicazione nei processi di lavorazione coinvolti in un progetto (quality assurance) e nel controllo di qualità dei prodotti rilasciati dal progetto.
  • La gestione dei rischi di progetto. Per quanto riguarda l’individuazione dei rischi connessi alla sicurezza ed il loro impatto.

Le informazioni chiave che occorre raccogliere sono relative a:

  • la tipologia del progetto (in particolare comprendendo la diversa impostazione tra progetti del settore privato e progetti rivolti al settore pubblico ed alle agenzie governative);
  • i dati da gestire e le esigenze di riservatezza e protezione;
  • le caratteristiche della committenza (differenziando tra interna ed esterna ed i rispettivi standard di sicurezza che intendono applicare al progetto ed ai suoi prodotti).

Per la verità la gestione della sicurezza dei dati dovrebbe essere sempre garantita a prescindere dalla tipologia di progetto gestito.

Anche se non si stanno gestendo dati particolarmente sensibili, prestare attenzione alla loro sicurezza sarà comunque un importante servizio reso alla committenza ed alla organizzazione che è chiamata a sviluppare il progetto.

Ciò eviterà di creare possibili vie di fuga di informazioni oppure di perdere dati importanti e riservati.

La pianificazione della sicurezza nel project management

Soprattutto in tutte quelle realtà in cui non esistono specifici standard di sicurezza è necessario procedere per gradi evitando che la gestione della sicurezza venga vista come una sovrastruttura burocratica.

Prima di tutto occcorre predisporre un piano per proteggersi dai rischi relativi alla sicurezza così come occorre fare per ogni altro rischio di progetto. Particolare rilevanza assumono le strategie di risposta da individuare ed il budget di contingency per finanziare tali strategie.

In molte organizzazioni può non esistere una cultura diffusa della sicurezza. Ciò accade quando le aree di rischio non sono coperte da specifiche normative di settore.

In questi casi spetta al project manager sensibilizzare il suo management sui rischi connessi. Per questi motivi è necessario che il project manager si attrezzi per sviluppare un’analisi accurata del rischio coinvolgendo il team di progetto e riportando al management le conclusioni cui si è arrivati in modo da prendere collegialmente le decisioni più opportune.

Sicuramente può occorrere un pò di tempo perché si diffonda la cultura della sicurezza nel project management anche in contesti non maturi, ma fa parte delle competenze di un project manager quello di aiutare l’organizzazione cui appartiene a sviluppare una maggiore consapevolezza dei possibili impatti negativi derivanti dal trascurare questi aspetti sia dal punto di vista del buon esito del progetto che dal punto di vista della qualità del lavoro e dell’immagine complessiva nei confronti della committenza.

In questa prospettiva un capo progetto deve assumere un ruolo di educatore e formatore sia nei confronti del proprio team di progetto che nei confronti del management.