Gantt di progetto: creazione diagramma e modalità di utilizzo

Il diagramma di Gantt (o Gantt di progetto) è uno strumento molto versatile per rappresentare, visualizzare, e tracciare le tempistiche e l’avanzamento di un progetto. In tal senso, si presta a rappresentare ogni tipologia di progetto indipendentemente dalle sue dimensioni, impatto, importanza aziendale.

Il suo nome deriva da quello del suo inventore Henry Gantt, ingegnere statunitense, che ne sviluppò il modello nei primi anni del 1900.

Gantt di ProgettoLa natura grafica di questa rappresentazione consente di comprendere facilmente il flusso del lavoro da svolgere in un progetto anche senza avere una conoscenza approfondita del project management.

Per costruire il Gantt di progetto è necessario svolgere i seguenti passaggi:

  • Analizzare la WBS di progetto per individuare le attività che costituiscono il progetto
  • Stimare l’effort di ciascuna attività in termini di ore/uomo necessarie al suo completamento
  • Definire le risorse che svolgeranno ciascuna attività
  • Calcolare la durata effettiva di ogni attività ripartendo le ore/uomo sulle risorse assegnate
  • Considerare i vincoli presenti
  • Definire le sequenze tra un’attività e l’altra, le interdipendenze ed i livelli di parallelismo
  • Collocare tali sequenze in un calendario dei lavori in modo da assegnare precise date di inizio e fine a ciascuna attività e calcolare la durata del progetto nel suo complesso

Il Gantt di progetto sarà inizialmente incluso nel Piano di Project Management insieme agli altri documenti di pianificazione (piano delle risorse, piano dei costi, della qualità, dei rischi, della comunicazione, degli approvvigionamenti) e poi utilizzato per svolgere il controllo dell’avanzamento del progetto, il calcolo degli scostamenti e le ripianificazioni necessarie per riportare di volta in volta il progetto in linea con gli obiettivi.

Ciò richiede di predisporre strumenti per il time reporting (es. rapportini settimanali) in cui le risorse possano indicare periodicamente:

  • tempo speso su ciascuna attività assegnata;
  • costi sostenuti;
  • percentuale di completamento del/dei deliverables associati a ciascuna attività.

Sulla base di queste informazioni il Project Manager provvederà periodicamente a fare il punto della situazione rispetto al piano previsto, individuando in collaborazione con le risorse i possibili interventi correttivi e le necessità di ripianificazione.

In tal senso il Gantt di progetto sarà aggiornato più volte durante la vita del progetto ed ogni volta costituirà il nuovo riferimento (baseline dei tempi) per valutare gli eventuali aggiustamenti futuri.